Carlo Colombara: voci liriche (6)

CARLO COLOMBARA: voci liriche (6) – I bassi wagneriani —

INTERVISTA ESCLUSIVA a puntate per la RUBRICA Il Salotto d’Arte  di

Natalia Di Bartolo © dibartolocritic


I BASSI WAGNERIANI

(6)

Oggi il M° Carlo Colombara ha scelto per noi una particolare “categoria” di bassi: i bassi wagneriani.

NDB: Maestro Colombara, i bassi wagneriani hanno un repertorio improbo!

CC: Sì, la voce del basso o basso baritono wagneriano si distingue innanzitutto per la potenza.

NDB: Ma a tale potenza corrisponde l’interpretazione?

CC: Non sempre…Molti di loro hanno un’interpretazione quasi nulla. Spesso l’importante e’ superare l’orchestra. Il resto conta meno, in questo repertorio tedesco. George London, è una rara eccezione. Eccolo nell’Addio di Wotan da Die Walkure:

NDB: Dunque Maestro la necessità primaria è il volume della voce…

CC: E’che devono cantare tutto forte. Raramente ho sentito un basso wagneriano fare un piano…Credo però che, a parte il volume di voce, come diceva la Flagstad, ci vogliano due scarpe comode!!!

NDB: In effetti, data la durata media delle opere wagneriane…

Ci indica altri bassi wagneriani degni di nota?

CC: Sì, certo. Theo Adam e Hans Hotter, per esempio. Ecco Hans Hotter:

NDB: Altre “categorie di bassi da prendere in cosiderazione, Maestro?

CC: Direi di no. Alla prossima puntata sceglierò e commenterò per i nostri lettori le prime voci da baritono

NDB: Grazie Maestro Colombara. Siamo molto curiosi…

CC: E voi SEGUITECI, FOLLOW US!

Natalia Di Bartolo © dibartolocritic

VIDEOS FROM YOUTUBE

Annunci